Marina Chiaiolella, 51/b - 80079 Procida

  • Slider 1
  • Slider 2
  • Slider 3
  • Slider 4

La Tonnara, un pezzo importante di storia isolana.

La Tonnara era per i procidani, comunità che in passato aveva nella pesca la maggiore forma di sostentamento, uno strumento di organizzazione del lavoro, oltre che una tecnica che garantiva la sussistenza a decine di famiglie residenti nella zona di Marina Chiaiolella. L’interesse riservato a questa struttura da numerosi antropologi ed urbanisti, ne dimostra l’importanza che la stessa assumeva nella vita della comunità.

Diversamente da quanto molti credono, la tonnara non era lo stabile dislocato sulla terraferma (che serviva perlopiù da zona di stoccaggio e da magazzino), bensì un complesso sistema di reti ancorate sui fondali della antistante spiaggia di “Ciracciello”, che si estendeva verso il largo per circa 1600 m. In questo senso, il recupero dello stabile, invece che essere una sottrazione al patrimonio culturale dell’isola, è stato un modo di rivitalizzare una struttura che stava perdendo nel corso degli anni il suo significato antropologico/culturale.

Di qui la scelta di mantenere il nome “La tonnara”, che gli abitanti della comunità locale avevano da sempre attribuito alla struttura, cercando di restituire all’edificio quella centralità economica e turistica che da sempre aveva ricoperto nella zona di Marina Chiaiolella.

Oltre che testimonianza antropologica ed economica del passato isolano, l’edificio dove oggi sorge l’Hotel, è un piacevole ricordo di un' architettura popolare che ha affascinato ed affascina turisti e studiosi. Da qui deriva la necessità che c’è stata di intervenire in maniera attenta e sapiente sul fabbricato, cercando di mantenerne le forme tradizionali e gli elementi architettonici distintivi, propri di questa forma di dialogo tra uomo e territorio.

Alla luce di queste necessità, l’intervento di adeguamento della struttura si è mosso prevalentemente lungo le procedure tipiche di un “restauro”, mantenendo la struttura di base e gli elementi tipici ed affiancandovi soluzioni creative e funzionali. Così, il caratteristico vefio (balconcino coperto ed aperto ad arco sul porto) convive senza “traumi” con le più avanzate tecnologie delle quali sono dotate le nostre camere: tv satellitare, telefono, frigobar, internet, etc;

I particolari archi in facciata sostengono un solarium attrezzato e spazioso; e gli stessi colori utilizzati, morbidamente si adeguano ad un contesto territoriale che ne esalta la lucentezza. ;